UE: Mercuri incontra Hogan

UE: Mercuri incontra Hogan

UE: Mercuri incontra Hogan

Il Presidente dell'Alleanza delle Cooperative Agroalimentari Mercuri incontra il commissario UE all'agricoltura Hogan per discutere di alcune problematiche e delle misure da adottare in ambito di produzione ed esportazione.

Categorie: Dall'Unione

Tags: ConfcooperativeACIHoganUEMercuri

E' avvenuto il 30 giugno scorso a Roma l'incontro tra il presidente Giorgio Mercuri ed il commissario Philiph Hogan, un meeting importante per il tema "agroalimentare", dove Mercuri ha rivelato le sue preoccupazioni nel campo dell'ortofrutticolo circa l'embargo, da parte della Russia, di una serie di prodotti agricoli ed alimentari europei che difficilmente avranno modo di trovare collocazioni alternative. Problema che interessa principalmente quei prodotti "deperibili" e che necessitano di trattamenti specifici e che non permettono di diversificare i mercati di esportazione.
Il presidente Mercuri ha richiesto, quindi, al Commissario che si vada verso una proroga delle misure di gestione straordinaria e di prevenzione delle crisi, misure già attivate lo scorso anno, quando furono attivate le prime misure di embargo.
Il secondo argomento trattato è stata la vicenda del 31 marzo data che ha segnato il termine del "regime delle quote latte", dopo 30 anni, che ha inevitabilmente compromesso l'economia ad essa relativa.
A tal proposito, la cooperazione agroalimentare italiana ritiene necessario, così come sottolineato dal Parlamento Ue, l’attivazione di un pacchetto latte bis che introduca alcuni strumenti significativi per tutelare il reddito dei produttori, per incentivare investimenti e per mantenere il settore competitivo e dinamico.
Il terzo argomento interessa, invece, l'ambito vitivinicolo. Per Mercuri è importante sostenere con forza questo settore con promozioni ed investimenti. In più, rispetto alla risoluzione del Parlamento Europeo sull’introduzione di ulteriori elementi informativi per contrastare l’abuso di alcol, Mercuri ha ribadito che tali obblighi, lungi dal disincentivare l’abuso di vino e bevande alcoliche, si tradurrebbero solo in nuovi costi per le imprese.
Per concludere, il Presidente dell’Alleanza delle cooperative agroalimentari ha espresso alcune considerazioni al Commissario sul compromesso recentemente raggiunto dal Consiglio Ue sulla riforma del biologico, presentando alcune richieste e priorità della coopeazione agroalimentare italiana che ci si augura vengano accolte nelle fasi del trilogo, tra le quali la necessaria armonizzazione delle soglie di contaminazione a livello comunitario.

ilCALENDARIO

«ottobre 2019»
lunmarmergiovensabdom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910

iTAGdelleNOTIZIE

leNOTIZIE